top of page

Come gestire il Rimuginio

Il rimuginio, o pensiero ricorrente e indesiderato, è un fenomeno comune che può affliggere molte persone, causando stress e ansia. Tuttavia, esistono tecniche psicologiche efficaci per gestire il rimuginio e recuperare il controllo della propria mente. In questo articolo, esploreremo alcune strategie pratiche per affrontare il rimuginio e promuovere il benessere psicologico.


  1. Consapevolezza del Rimuginio:

Il primo passo per gestire il rimuginio è sviluppare la consapevolezza di quando sta accadendo. Spesso, i pensieri indesiderati possono diventare automatici e sfuggire al nostro controllo. Prendersi il tempo per riconoscere questi pensieri è fondamentale per iniziare il processo di gestione.


  1. Pratica della Mindfulness:

La mindfulness, o consapevolezza, è una tecnica che può aiutare a ridurre il rimuginio. Concentrarsi sul momento presente e accettare i pensieri senza giudizio può aiutare a sganciarsi dalla spirale del rimuginio. La pratica regolare della mindfulness attraverso la meditazione può essere particolarmente utile.


  1. Distrazione Controllata:

Quando i pensieri intrusivi iniziano a emergere, provare a distrarsi con attività che richiedono concentrazione può essere un modo efficace per interrompere il circolo vizioso del rimuginio. Leggere un libro, ascoltare musica o dedicarsi a un hobby possono essere modi utili per deviare l'attenzione dai pensieri negativi.


  1. Esplorare i Pensieri:

In alcuni casi, è utile esplorare i pensieri ricorrenti in modo più approfondito. Chiedersi se ci sono basi razionali per tali pensieri o se sono basati su ansie irrazionali può aiutare a mettere in prospettiva le preoccupazioni e ridurne l'impatto emotivo.


  1. Creare uno Spazio per i Pensieri:

Assegnare un periodo specifico della giornata per riflettere sui pensieri preoccupanti può aiutare a limitare il rimuginio. In questo modo, si può controllare il flusso dei pensieri ansiosi, evitando che essi dominino l'intera giornata.


  1. Strategie di Problem Solving:

Se il rimuginio è legato a problemi reali o a decisioni da prendere, sviluppare strategie di problem solving può essere cruciale. Identificare soluzioni possibili e pianificare passi concreti per affrontare le sfide può ridurre l'ansia legata ai pensieri ricorrenti.


  1. Supporto Professionale:

Se il rimuginio persiste e interferisce significativamente con la qualità della vita, è importante cercare supporto professionale. Uno psicologo o uno psicoterapeuta può fornire strumenti specifici per affrontare il rimuginio e affrontare le cause sottostanti.



Gestire il rimuginio richiede impegno e pratica, ma con le giuste tecniche è possibile riappropriarsi della propria mente e promuovere un benessere psicologico duraturo. Sperimentare diverse strategie e adattarle alle proprie esigenze può essere la chiave per superare il rimuginio e vivere una vita più equilibrata e serena.


Dott. Umberto Pianella


Psicoterapeuta, Civitanova Marche



35 visualizzazioni0 commenti
bottom of page